piccolo stupido cuorePiccolo stupido cuore

Xavier-Laurent Petit

Tum tum… Tum tum… Ogni mattina Sisanda conta i battiti del suo cuore e i giorni che ha vissuto da quando è nata. Poi guarda sua madre, che scivola fuori dalla capanna per andare a correre sulle colline: Maswala, la sua mammantilope, corre di piacere per ore intere, a piedi nudi, là dove nemmeno i pastori con le greggi arrivano. Ma Sisanda non può correre. Non può saltare, giocare con gli altri o fare qualunque altra cosa, per colpa del suo cuoricino imbecille e di quella stupida malattia. Il dottore ha detto che è molto fortunata a essere ancora viva. Molto fortunata, già. Qui il dottore non può fare nulla, bisognerebbe operare Sisanda all’estero, in un ospedale specializzato. E l’ospedale costa caro… Un milione di kel! Sisanda ha fatto il conto: ai suoi genitori occorrerebbero trentotto anni, tre mesi e venti giorni per mettere da parte tutti quei soldi. Ma un giorno scopre che Maswala potrebbe guadagnare quella cifra in un colpo solo, se riuscisse a correre veloce come un’antilope…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...