La banalità del bene. Storia di Giorgio Perlasca
Deaglio,  Enrico

“Quello che ho fatto l’avrebbe fatto chiunque” diceva Giorgio Perlasca, ma non è così. La banalità del bene che ci racconta il giornalista Enrico Deaglio fa risaltare la figura di questo straordinario impostore che nell’inverno 1944 a Budapest, riuscì a salvare dallo sterminio migliaia di ebrei, spacciandosi per il console spagnolo. Avrebbe potuto mettersi in salvo, ma decise di rischiare la vita. Dal suo ‘Diario’, che costituisce uno dei capitoli del libro, emerge l’azione straordinaria di un solo uomo, aiutato da uno sparuto gruppo di persone, che sforna documenti falsi, organizza e difende otto “case rifugio”, trova cibo. Una storia vera, appassionante che si legge come un romanzo di avventure.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...