Mi chiamo Chuck.  Ho diciassette anni. E, stando a Wikipedia, soffro di un disturbo ossessivo-compulsivo

Aaron Karo

“Continuo a correre. Corro via da tutto quello che non posso fare: essere normale, uscire, divertirmi. Corro via da tutto quello che non posso essere: un ragazzo con la fidanzata, uno come gli altri, un essere umano. Corro e corro e corro.”

Chuck ha 17 anni, è all’ultimo anno di superiori, lo aspettano il college e la vita adulta. A metà tra il nerd o quello che si direbbe uno sfigato, Chuck è semplicemente ragazzo silenzioso e nasconde una serie interminabile di manie… si lava continuamente le mani, controlla continuamente i fornelli, tiene il conto delle…pippe e possiede All Star di tutti i colori che indossa in base all’umore. Ma dietro a un serio disturbo ossessivo-compulsivo si nasconde una sensibilità frenata, un desiderio gestito in maniera conflittuale di far esplodere il proprio sé. Saranno la cotta per Amy, l’amicizia con Steve, i genitori premurosi, la strizzacervelli S. a spronarlo al cambiamento.

La storia di Chuck è simpatica, da leggere e affronta con leggerezza alcune difficoltà dell’adolescenza… unico difetto: qualche cliché di troppo nella caratterizzazione dei personaggi…

Guarda il booktrailer:

Inserito da: piblex

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...