Il rumore dei baci a vuoto

Luciano Ligabue

Un libro a dir poco imperdibile per chi ama la sua voce, le sue canzoni, le sue melodie ma anche per chi non apprezza troppo la sua parte di cantante ma ha comunque voglia di scoprire parte dell’animo di qualcuno. Strano eppure affascinante “Il rumore dei baci a vuoto” non è come altri libri, sembra quasi non avere un senso logico che unisce vari racconti. Alcuni sembrano surreali, la normalità sfiora l’assurdità, l’ironico sfiora il tragico…una linea sottile insomma.Forse la cosa più sorprendente del libro in sè non è tanto il contenuto, sono storie tutto sommato semplici, niente di troppo elaborato, ma è piuttosto la capacità dell’autore di delinare in poche parole un intero personaggio. Inoltre i finali sono in tutte le storie aperti: è il lettore a pensare a come potrà andare a finire la storia. Semplice ma infondo complesso si focalizza sulla stranezza che spesso assumono le relazioni nel corso di una vita. In alcuni punti può sembrare forte vista la crudeltà con cui vengono espressi i fatti: alcuni aneddoti, credetemi, non vi scollerete dalla mente per un bel po’ =D E’ comunque una bellissima lettura, piacevole e scorrevole =) Un consiglio? Perchè non accompagnare la lettura con qualche brano di Luciano? 😉

Da non perdere:

Booktrailer:

Pubblicato da: StillesLicht

Annunci

Informazioni su StillesLicht

"Leggevo molto, ma dalla lettura ottieni qualcosa solo quando sei capace di mettere qualcosa di tuo in ciò che stai leggendo. Voglio dire che leggi un libro veramnte solo quando è lui che ti legge, solo quando ti avvicini alle parole con l'animo disposto a ferire e a essere ferito dal dolore della lettura, a convincere ed a convinto, e dopo, arricchito dal tesoro che hai scoperto, a impiegarlo per costruire qualcosa nella tua vita e nel tuo cuore. Un giorno mi sono reso conto che in realta io non mettevo niente nelle mie letture. Leggevo come chi si trova in una città straniera e per passare il tempo si nasconde in un museo qualsiasi a guardare con colta diffidenza gli oggetti esposti. Leggevo per senso del dovere: è uscito un nuovo libro, tutti ne parlano e bisogna leggerlo; questo classico non l'ho acnora letto, quindi la mia cultura è incompleta e sento la necessità di colmare questa lacuna, bisogna leggerlo." ------ cit. "Cose che nessuno sa" A. D'avenia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...