ImageCose che nessuno sa

Alessandro D’Avenia

           

E’ uno di quei libri capace di lasciarti senza fiato, di entrarti dentro per non uscirne mai più. In ogni pagina non si scopre qualcosa di nuovo, può anche non accadere niente di speciale all’apparenza ma ogni personaggio cambia, si evolve, migliora insieme al lettore. In un libro come questo non troverete suspense, avventura, gialli ma troverete piuttosto una storia infondo semplice, quasi comune, vista nel più profondo dei modi. Le frasi indimenticabili sono tantissime. Vedrete ne rimarrete affascinati =)

“Cose che nessuno sa” sono quelle cose che solo un bambino è capace di dirti, quelle ovvietà che sono talmente normali da essere considerate qualcosa di scontato e per questo ignorate dalla maggioranza. Cose che nessuno sa sono le parole non dette, le lettere di un professore e di una libraia innamorati ma spaventati dall’amore stesso..o forse tremendamente attratti. Le cose che nessuno sa sono viaggi, scoperte, pericolo eppure voglia di scoprire ancora, sono sentimenti, paure e speranze che forse nessuno sa davvero di avere…

“Leggevo molto, ma dalla lettura ottieni qualcosa solo quando sei capace di mettere qualcosa di tuo in ciò che stai leggendo. Voglio dire che leggi un libro veramnte solo quando è lui che ti legge, solo quando ti avvicini alle parole con l’animo disposto a ferire e a essere ferito dal dolore della lettura, a convincere ed a convinto, e dopo, arricchito dal tesoro che hai scoperto, a impiegarlo per costruire qualcosa nella tua vita e nel tuo cuore. Un giorno mi sono reso conto che in realta io non mettevo niente nelle mie letture. Leggevo come chi si trova in una città straniera e per passare il tempo si nasconde in un museo qualsiasi a guardare con colta diffidenza gli oggetti esposti. Leggevo per senso del dovere: è uscito un nuovo libro, tutti ne parlano e bisogna leggerlo; questo classico non l’ho acnora letto, quindi la mia cultura è incompleta e sento la necessità di colmare questa lacuna, bisogna leggerlo.” — citazione

Pubblicato da: StillesLicht

Annunci

Informazioni su StillesLicht

"Leggevo molto, ma dalla lettura ottieni qualcosa solo quando sei capace di mettere qualcosa di tuo in ciò che stai leggendo. Voglio dire che leggi un libro veramnte solo quando è lui che ti legge, solo quando ti avvicini alle parole con l'animo disposto a ferire e a essere ferito dal dolore della lettura, a convincere ed a convinto, e dopo, arricchito dal tesoro che hai scoperto, a impiegarlo per costruire qualcosa nella tua vita e nel tuo cuore. Un giorno mi sono reso conto che in realta io non mettevo niente nelle mie letture. Leggevo come chi si trova in una città straniera e per passare il tempo si nasconde in un museo qualsiasi a guardare con colta diffidenza gli oggetti esposti. Leggevo per senso del dovere: è uscito un nuovo libro, tutti ne parlano e bisogna leggerlo; questo classico non l'ho acnora letto, quindi la mia cultura è incompleta e sento la necessità di colmare questa lacuna, bisogna leggerlo." ------ cit. "Cose che nessuno sa" A. D'avenia

Una risposta »

  1. veeera ha detto:

    “Strappare la bellezza ovunque essa sia e regalarla a chi mi sta accanto. Per questo sono al mondo.”A. D’Avenia. Libro immancabile nella mia libreria!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...