Romeo e Giulietta: dall’opera di William Shakespeare
Gianni De Luca, Raoul Traverso

Un super classico.
I disegni sono organizzati sulle due pagine a fianco (pari e dispari) a formare un’unica tavola. Qui si svolgono più scene, spesso divise e inquadrate dalle architetture in stile classico che ci aiutano a capire anche l’ambientazione interna o esterna (vedi ad es. la porta in prospettiva di pagina 27).  I personaggi vengono ripetuti quasi come su una pellicola cinematografica, dando così il senso dell’azione e del movimento che culmina nella scena finale  dove Giulietta,  scandendo le ultime celebri battute della tragedia shakespeariana, scopre prima il suo amato Romeo morto a terra, lo accarezza e bacia cercando con lui la morte…ed infine si pugnala al cuore, accasciandosi tra la sue braccia e guardandolo per l’ultima volta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...