Non tutti i bastardi sono di Vienna
Molesini, Andrea

Villa Spada, dimora signorile di un paesino a pochi chilometri dal Piave, nei giorni compresi tra il 9 novembre 1917 e il 30 ottobre 1918: i soldati italiani subiscono la pesante sconfitta di Caporetto da parte dell’esercito austriaco. La storia, che il giovane Paolo racconta, inizia con l’insediamento nella grande casa del comando militare nemico. E prosegue con un conflitto in cui tutto si perde, e cresce l’impossibilità di perdonare, e di separare amore e odio, rispetto e vittoria.

Autore presente a Festivaletteratura, Mantova 3-7 settembre 2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...